La prevenzione in fisiatria pediatrica

By Lorenzo On venerdì, febbraio 17 th, 2017 · no Comments · In

Nel primo anno di vita è possibile fare una valutazione dello sviluppo psicomotorio attraverso “l’esame neuroevolutivo nel I° anno di vita” che valuta i tre assi di sviluppo del bambino: sistema neurovegetativo, motricità e modulazione comportamentale.
(Brazelton TB e Nugent K., “La scala di valutazione del comportamento del neonato”. Ed. italiana della III edizione USA (1995), a cura di G. Rapisardi, Masson, Milano, 1997)
E’ un esame semplice e non invasivo, che privilegia l’osservazione del comportamento spontaneo ed interattivo.
Dopo “l’osservazione” e la valutazione, si potranno identificare le difficoltà e i bisogni del bambino.
Per prendersi cura del proprio bambino nel quotidiano, attraverso il counseling, ai genitori verranno date delle informazioni per promuovere “l’accudimento abilitativo” del neonato: sonno, alimentazione, esperienze sensoriali-relazionali, esperienze neuromotorie e guida all’uso delle attrezzature come seggiolini, marsupio ed altro.
( Marsupi, seggiolini e affini: consigli per i genitori; Adrienne Davidson, Sergio Zuffo e coll.; servizio di Riabilitazione Funzionale, Azienda Ospedaliera Meyer, Firenze”) , gioco e giocattoli). (La promozione dello sviluppo neonatale e infantile: l’approccio Brazelton; Gherardo Rapisardi e Adrienne Davidson, TIN e Settore formazione e aggiornamento; Responsabile del Servizio di Ribilitazione Funzionale, AO Meyer e Centro Brazelton) ;
A volte potrebbe essere necessario formulare e condividere un progetto abilitativo anche con l’aiuto di un fisioterapista.

Dott.ssa Michela Rizzi – Medico chirurgo Specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione dell’adulto e dell’età evolutiva

 

Share