Le terapie manuali

Indice

Che cos’è la terapia manuale?

La definizione di terapia manuale è molto più semplice di quello che uno possa immaginare e significa terapia eseguita con le mani.

Spesso si tende a identificare sotto la denominazione di terapia manuale solo le tecniche manipolative, in realtà qualsiasi tecnica dove vengono utilizzate la mani può essere considerata tale.

Le tecniche sono tantissime e nella maggior parte dei casi prendono il nome dell’autore o autori che l’hanno scoperta.

Questa tecnica viene eseguita individualmente quando il rapporto tra professionista e paziente è di 1 a 1; il grosso vantaggio delle terapie manuali individuali sta proprio nel rapporto 1 a 1.

Quanto dura una terapia?

La durata della terapia è variabile, si va dai 30 minuti ad un’ora, ma la sostanza non cambia perché a prescindere dalla durata della terapia il paziente avrà su di se gli occhi e tutte le attenzioni necessarie da parte del professionista.

Come si svolge la terapia?

La prima parte della terapia consiste sempre in un’intervista minuziosa, che analizza l’attuale problema e la sua influenza sulla vita quotidiana.

La descrizione del problema è molto importante per il fisioterapista.

Seguirà un esame fisico approfondito, atto ad identificare la causa del problema.

Se ho un problema alla spalla, cosa viene esaminato?

Nel caso di un problema di spalla, per esempio, debbono essere esaminati anche il collo, le coste e il torace, per focalizzare l’esatta natura della disfunzione.

Le valutazioni sono oggettive o personalizzate per paziente?

Ogni paziente è diverso, ciascuno con i suoi diversi problemi. L’ esame e i test necessari sono quindi anch’essi appositamente studiati per ciascun paziente.

Cosa emerge dall’intervista?

I risultati dell’intervista, dei test e dell’esame diventa la base del trattamento che seguirà. Il problema di movimento identificato sarà trattato con il metodo considerato più appropriato.

Quali sono le tipologie di tecniche?

Le tecniche possono essere sia passive che miste.

Un esempio di terapia passiva è il pompage, dove il professionista esegue delle manovre e non vi è partecipazione attiva del paziente.

Nelle tecniche miste invece vi è una collaborazione tra paziente e professionista, durante la seduta verranno alternati momenti di tecniche passive e momenti il cui il paziente eseguirà dei movimenti sotto il controllo del professionista. Un esempio di tale tecnica può essere il Mulligan.

Qual è la durata di una terapia?

Quando si parla di terapia manuale individuale bisogna precisare che la frequenza non sarà mai quotidiana ma bi o trisettimanale in accordo con il professionista e a seconda della patologia che viene trattata.

Quante sedute occorrono?

Per quanto riguarda il numero di sedute si può affermare che non esiste un numero standard, spesso sono sufficienti poche sedute, in altri casi il numero di sedute potrebbe raddoppiare.

Quali sono le tecniche più conosciute?

Le tecniche più conosciute sono Mulligan, Cyriax, Kaltenborn e Maitland

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter inserendo la tua email per ricevere tutti gli aggiornamenti, novità e promozioni del Poliambulatorio Descovich di Bologna.


    Ho letto e compreso la Privacy Policy. e desidero ricevere la newsletter e altre comunicazioni commerciali