Massaggio Sportivo

By Lorenzo On martedì, febbraio 27 th, 2018 · no Comments · In

Che cos’è?

Il massaggio sportivo è un tipo particolare di massaggio eseguito su specifiche regioni corporee al fine di migliorare la performance atletica .

Come si svolge?
Trova applicazione non solo dopo una gara, ma anche tra una competizione e l’altra, prima della gara stessa o nei periodi di riposo dall’attività.
Dovrebbe svolgere un ruolo importante nella vita di ogni sportivo, anche quando si è subito un infortunio. Questo perché la manipolazione del muscolo (così come la mobilizzazione articolare) comporta una serie di
vantaggi fisici, fisiologici e psicologici. Dona energia e un forte livello di rilassamento, soprattutto ai muscoli più affaticati.
Questo insieme di particolari e localizzate manovre, può aiutare a mantenere il corpo in condizioni generali migliori, prevenire gli infortuni e la perdita della mobilità, curare e ripristinare la mobilità al tessuto muscolare danneggiato, aumentare le prestazioni e prolungare la durata complessiva della carriera sportiva di ogni atleta professionista e non.
Queste tecniche aiutano anche ad ammorbidire e riorganizzare il tessuto cicatriziale. Esso è il risultato di lesioni o traumi precedenti e può coinvolgere muscoli, tendini o legamenti. Questo può portare i tessuti a diventare più rigidi e ad essere più soggetti a danni e dolore.

Quali sono i benefici?
I suoi numerosi benefici derivano da due particolari presupposti:

  • azione diretta data dall’aumento del flusso ematico con conseguente ipertermia locale;
  • azione indiretta data dalla contemporanea eccitazione di terminazioni nervose e conseguente stimolazione del sistema nervoso parasimpatico.

Da questi due elementi derivano tutte le proprietà benefiche attribuite al massaggio sportivo, tra le quali rientrano:

  • riduzione delle tensioni muscolari;
  • diminuzione dei livelli plasmatici di cortisolo e serotonina con conseguente riduzione dello stato d’ansia e miglioramento dell’umore. A tale diminuzione si associa un aumento delle endorfine circolanti con conseguente inibizione della sensazione dolorifica;
  • riduzione della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa;
  • stimolazione della microcircolazione locale (sanguigna e linfatica);
  • effetto drenante abbinato ad accelerata rimozione dell’acido lattico e delle scorie metaboliche prodotte durante l’attività sportiva;
  • decongestionamento e rilassamento dei tessuti con conseguente accelerata guarigione dalle contratture muscolari;
  • prevenzione degli infortuni;
  • preparazione muscolare all’attività fisica.

A chi si rivolge?
Il massaggio sportivo è adatto a tutti coloro che si dedicano ad una regolare attività fisica.
Per coloro che non sono atleti professionisti, la terapia può essere effettuata ogni settimana o anche ogni due, oppure può essere regolare quanto l’allenamento.
Ad ogni modo, in questi casi, è sempre meglio regolarsi in base al programma di allenamento, al livello di attività e di intensità degli esercizi.
Tutti possono usufruire dei benefici di questo tipo particolare di massaggio, indipendentemente dall’età, dal tipo di sport praticato e dal proprio livello prestativo in quanto è utile per chi vuole migliorare la performance atletica, ridurre le tensioni muscolari, prevenire gli infortuni, preparare i muscoli all’attività fisica come già spiegato in precedenza.
Non ci sono particolari controindicazioni, ma chi lo esegue deve conoscere bene l’anatomia e la fisiologia umana ed entrare in sintonia con la persona che lo riceve, in base al livello di prestazione, l’età e l’impegno atletico.

Richiedi informazioni

Compila il modulo di contatto, ti risponderemo entro 24 ore!

Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy

Condividi nei Social