Onicomicosi: riconoscerle e curarle

By Lorenzo On mercoledì, ottobre 11 th, 2017 · no Comments · In

L’Onicomicosi è un’infezione a carico delle lamine ungueali provocata da diversi agenti patogeni quali dermatofiti, lieviti o muffe con conseguente ispessimento, deformità e cambiamento cromatico delle lamine stesse.
Tra i dermatofiti il Trichophyton Rubrum ed il T. Mentagrophytes sono quelli più frequenti.
Tra le muffe non dermatofite troviamo lo Scopulariopsis Brevicaulis, il Fusarium sp e l’Aspergillus sp.
Tra i lieviti invece il più comune è la Candida.

Fattori di rischio:

Tra i fattori di rischio riscontriamo l’età avanzata, traumatismi, patologie concomitanti (ad es. diabete, psoriasi, ecc.), clima caldo umido, utilizzo di alcuni farmaci, immunodepressione, calzature e biancheria occlusiva.
L’onicomicosi può verificarsi con una certa frequenza nei soggetti sportivi in quanto le loro unghie sono sottoposte a continui microtraumi e i piedi sono a lungo all’interno di calzature chiuse che favoriscono sudorazione e di conseguenza il proliferare di miceti e parassiti.

Tipologie:

In base alla localizzazione dell’invasione fungina le onicomicosi possono essere classificate in:

  • Onicomicosi subungueale distale
  • Onicomicosi subungueale prossimale
  • Onicomicosi bianca superficiale
  • Onicomicosi da candida

La diagnosi differenziale si pone con l’onicopatia psoriasica, onicopatia da lichen planus o onicodistrofie.

Prevenzione:

Prevenire le onicomicosi è possibile attraverso alcune essenziali regole:

  • Corretta igiene dei piedi e delle unghie, prestando accurata attenzione all’asciugatura
  • Molto importanti sono anche le calzature e i calzini, che non devono essere troppo strette o occlusive, ma assicurare una buona traspirazione
  • Evitare materiali sintetici e scadenti
  • Evitare traumi e sostanze irritanti
  • Quando si frequentano palestre, spogliatoi e servizi igienici pubblici usare sempre ciabatte.

Cosa fare?

E’ importante rivolgersi al Podologo, figura in grado di fare un’accurata valutazione della patologia, evidenziarne le cause ed individuare una soluzione adeguata.
E’ essenziale eseguire periodiche fresature delle lamine associate ad una terapia topica.

Share